You are here
Giocattoli hi-tech Recensioni 

Mio Amico Robot, la nostra prova 3 - 8 anni

IL NOSTRO VOTO

[yasr_overall_rating]

LA PRIMA IMPRESSIONE

Abbiamo provato per i nostri lettori Mio Amico Robot di Lisciani, un robot interattivo per bambini dai 3 agli 8 anni. La nostra prima impressione, ad essere sinceri, non è stata così positiva. Insomma, ci è arrivato questo robottino che cammina, parla, balla ma, tutto sommato, non è che faccia chissà che cosa.

Invece, pian pianino, Mio Amico Robot ha fatto breccia nei nostri cuori ed abbiamo cominciato ad apprezzare la sua vocina, la sua vivacità e il suo essere un pochino iperattivo.

Vediamo un po’ chi è Mio Amico Robot. Non vi racconteremo la sua storia perché questo sarà lui stesso a farlo 🙂

Unboxing di Mio Amico Robot di Lisciani

Pur sapendo che Mio Amico è un robot dalle grandi dimensioni, vedere una scatola così grossa è stata una bella sorpresa. Trovare un pacco così enorme sotto l’albero (probabilmente meglio accanto) sicuramente lascerebbe qualsiasi bambino senza fiato e pieno di impazienza per scoprire cosa c’è nascosto all’interno.

All’interno della scatola, tutto avvolto in un guscio spessissimo di polistirolo ecco apparire questo robottino con la faccia sorridente.

Oltre al corpo del robot, all'interno della scatola troviamo un tablet Mio Tab (la testa ed il cervello di Mio Amico), un cavetto usb, un caricabatterie da muro e un libretto di istruzioni.

Come abitudine di Lisciani la scatola contiene tantissime informazioni con una dettagliata infografica. E’ sempre bello sapere quello che si sta comprando.

CHI E’ MIO AMICO ROBOT?

Mio Amico RobotMio Amico è un robusto robot interattivo, alto circa 50 cm e dall'aspetto molto carino che cammina, parla, scherza, gioca e promette di fare tanta compagnia ai nostri figli. Non lo abbiamo smontato quindi non sappiamo quali diavolerie elettroniche si celano al suo interno, basta dire che ha delle ruote che gli permettono di muoversi, ruota la testa ma non le braccia.

E’ possibile guidarlo installando un’apposita app per Android o iOS da Google Play Store oppure impartendogli dei comandi a voce.

La sua faccina e il suo cervello sono in realtà un tablet Mio Tab che, oltre a gestire tutte le attività di Mio Amico, può essere rimosso ed essere usato come un comune tablet.

LA PRIMA ACCENSIONE DI MIO AMICO ROBOT

Come sempre, la configurazione preliminare di ogni dispositivo elettronico è una procedura inevitabile che sarebbe meglio fare in anticipo, prima di darlo in mano ad un bambino. Prima di far funzionare Mio Amico, bisognerà quindi smanettare un pochino con Mio Tab.

Per configurare per benino le cose, avremo bisogno di un account Google (come per qualsiasi dispositivo Android) e un account di Appdattica Store di Lisciani. La registrazione allo app store di Lisciani effettivamente non è obbligatoria, ma senza questo account il robottino non potrà connettersi al Cloud per aggiornare i suoi contenuti.

Ma il robottino non si accende..?

Mio Amico non si accende immediatamente, ma non spaventiamoci. Le istruzioni, purtroppo, non sono molto chiare. La procedura è comunque questa:

  • dopo aver configurato Mio Tab, bisognerà lanciare un’app che si chiama “Robot” dove ci verrà chiesto di fare due aggiornamenti.
  • Una volta eseguiti gli aggiornamenti, quando inseriamo il tablet nel robot comparirà la sua faccina.
  • Ma prima di tutto questo, assicuriamoci di aver caricato completamente Mio Amico.

Quindi, prima di regalarlo a nostro figlio, lo ripetiamo, sarebbe veramente il caso fare queste operazioni preliminari.

Una volta acceso Mio Amico comincerà subito a parlarci e apparirà immediatamente pieno di vita. Inizierà a chiederci che vogliamo fare, se vogliamo ci parli di lui, se vogliamo ci racconti una fiaba, una barzelletta, se vogliamo giocare...insomma farà sentire la sua presenza.

LA TESTA DI MIO AMICO ROBOT, MIO TAB

Dettagli tecnici

Il tablet che fa da testa a Mio Amico Robot è del tutto paragonabile al Mio Tab Smart Kid 6.0, ma con memoria interna dimezzata. La versione recentissima di Android, 6.0 Marshmallow, è supportata da un hardware molto buono, un processore Quad Core e una memoria RAM da 1 Gigabyte.

La sua scocca spessa e robusta racchiude uno schermo LCD HD da 7 pollici, dove vedremo con grande gioia comparire la faccina del robot.

La memoria interna è di 8 Gigabyte, espandibile fino a 32 Gigabyte in più, con una scheda microSD. Per fortuna il robottino non ha bisogno di molto spazio per immagazzinare tutte le sue conoscenze perché prende gran parte dei contenuti da Lisciani Cloud.

Mio Tab ha due fotocamere, la frontale da 0.3 Megapixel e la posteriore da 2.0 Megapixel. Non sono granché ma, purtroppo, queste sono caratteristiche che accomunano tutti i tablet per bambini. La telecamera frontale farà da occhi di Mio Amico Robot, quando nella modalità drone condividerà con noi quello che sta osservando.

Le batterie

Mio Tab ha una batteria al litio da 3200 mAh, mentre il robot in sé è alimentato da una batteria separata, da 2200 mAh. Questi numeri significano che le ricariche dovrebbero durare abbastanza a lungo, almeno in teoria.

Il tablet e il robottino hanno un caricabatterie da muro in comune, quindi dobbiamo prestare un minimo di attenzione ai livelli delle batterie di entrambi, ricaricandoli a turno.

Mio Amico Robot - modalità drone

Possiamo controllare il livello di carica di entrambi i componenti comodamente dal menù sulla destra della faccina del robot. Ma quando Mio Amico sente che gli stanno per mancare le energie, lo comunica da solo! 🙂

La nostra esperienza. Durante il nostro periodo di prova abbiamo potuto verificare che la batteria di Mio Tab offre una durata di almeno 3 ore di gioco intenso. La ricarica del robot sembra avere più o meno la stessa durata, dipende sempre dalla quantità dei balletti che gli facciamo fare 🙂

Connettività

Mio Tab, le porteSul lato di Mio Tab troviamo un'uscita usb (per connetterlo al computer) e una porta HDMI. Acquistando un apposito cavetto, infatti, potremo collegare il tablet ad un monitor più grande, per esempio la TV, e giocare o guardare i video con più comodità.

L’accesso all’internet è possibile grazie al modulo wifi.

Mio Amico RobotLa nostra esperienza. Nel caso di Mio Amico avere l’accesso costante alla rete wifi ci sembra molto importante. Certo, il robot funziona benissimo anche senza essere collegato a internet. Ma è proprio quando si connette a Lisciani Cloud che amplia il suo repertorio, aggiornando in continuazione i suoi contenuti.

Contenuti del tablet

Pur essendo un tablet Android, all'interno di Mio Tab troviamo un mini sistema operativo dedicato ai bambini. Proprio come nel caso di un altro tablet di Lisciani per bambini di 3-8 anni, Mio Tab Laptop Smart Kid, la selezione delle app è studiata per essere adatta a questa fascia di età.

Mio Tab, il desktop di bambini

Nell’area bambino, infatti, troveremo due sezioni didattiche ben distinte, Giochi Didattici (3 - 5 anni) e Talent School (5 - 8 anni). C’è anche una raccolta di app per esprimere a pieno la creatività: Laboratori Molto Attivi.

Tutte le attività del bambino, naturalmente, vengono monitorate grazie ad un sistema di Parental Control di Lisciani, una vera garanzia di sicurezza.

Per informazioni più dettagliate sui contenuti di Mio Tab, vi invitiamo di leggere la nostra recensione di Mio Tab Laptop Smart Kid.

COME FA MIO AMICO AD INTERAGIRE CON NOI E CON L’AMBIENTE ESTERNO?

Comandi vocali

Mio Amico funziona con il riconoscimento vocale, questo vuol dire che interagirà con i comandi che gli verranno impartiti dal bambino.

I comandi possono essere diretti, cioè impartiti dal bambino in qualsiasi momento oppure saranno comandi in risposta alle domande che Mio Amico formulerà.

Ad esempio, Mio Amico potrà chiedere “vuoi giocare o vuoi che ti racconti una barzelletta?” in questo caso la risposta dovrebbe essere “barzelletta” o “giocare”. Un comando diretto invece potrebbe essere “balla”, in questo caso Mio Amico inizierà la sua danza accompagnata dalla sua canzoncina preferita.

All’inizio dovremo insegnare a nostro figlio come parlare a Mio Amico. Dovrà infatti aspettare che il robot entri in modalità ascolto, Mio Amico emetterà un beep quando è pronto ad ascoltare e, sullo schermo, si accenderà l’icona di un microfono. Alle volte capiterà che Mio Amico non capirà cosa gli è stato detto. Bisognerà parlare un po’ ad alta voce, soprattutto se c’è il volume della tv a disturbare, o della musica.

Nel manuale d’uso è presente una lista dei comandi vocali che potranno essere impartiti a Mio Amico. Noi abbiamo deciso di non svelarli in anticipo.

Sensori

Oltre al riconoscimento vocale per funzionare Mio Amico sfrutta due sensori. Un sensore tattile, che si trova dietro la testa che servirà per accenderlo e, perché no, per sentire le carezze di nostro figlio ed un sensore di distanza, posizionato nella parte anteriore di Mio Amico, che gli permetterà di muoversi facendo attenzione agli eventuali ostacoli.

Come noi umani che abbiamo gli occhi solo davanti, il sensore di distanza non funziona se Mio Amico si muove all’indietro. Quindi bisognerà stare un po’ attenti.

Dei motori interni al robot gli permettono di muoversi in tutte le direzioni, di girare su se stesso e di muovere la testa. Purtroppo non muove le braccia, un vero peccato. Con un po’ di fantasia comunque le braccia non saranno inutili.

PERCHE’ E’ DIVERTENTE

E’ molto espressivo

Grazie al simulatore vocale Mio Amico è in grado di parlare, di fare domande, di dare risposte, di raccontare favole e tante altre cose.

Certo non dobbiamo aspettarci un simulatore di chissà quale livello, si tratta sempre di un robot giocattolo. Probabilmente avremo da ridire sul fatto che parla un po’ troppo velocemente, senza punteggiatura, senza una vera espressione ma, almeno a noi, dopo una prima impressione piuttosto negativa, la cosa è risultata simpatica ed ha cominciato anche a piacerci. I nostri bambini invece, che sanno già che Mio Amico viene dal pianeta dei Robot, questo “difetto” nel linguaggio non l’hanno proprio considerato.

COSA FA MIO AMICO

E’ un vero chiacchierone

Mio Amico diventa presto il nuovo compagno di gioco di nostro figlio, lo chiama per nome e, con quegli occhioni espressivi, gli fa domande, gli vuole raccontare la sua storia, lo fa giocare e gli insegna cose sempre nuove.

Connettendolo a Lisciani Cloud, infatti, mio amico aggiornerà continuamente i suoi contenuti e sarà in grado di proporre nuovi giochi che accompagneranno la crescita del bambino.

I giochi e le attività educative che Mio Amico offre, come in tutti i dispositivi Lisciani, sono studiate appositamente per divertire ed insegnare allo stesso tempo e sono di ottima qualità.

Ecco alcuni esempi di tipi di giochi che propone Mio Amico Robot:

Giocare con lui è un’esperienza diversa rispetto a giocare solo con il tablet. Ogni volta che indoviniamo la risposta il robottino ci dice che siamo bravi e quando per caso sbagliamo ci incoraggia a non mollare.

I giochi, in realtà, ci sono sembrati un po’ ripetitivi ma crediamo che restando connesso al Cloud Mio Amico aggiornerà il suo archivio.

Mio Amico Robot - le curiosità
A Mio Amico piace molto raccontare le curiosità

E’ pieno di emozioni

Mio Amico ha anche dei sentimenti e cambia umore e alle volte bisognerà anche coccolarlo un po’. Quando ha sonno si addormenta e, per giunta, russa pure 🙂

Ogni tanto il robottino chiede al suo amico umano come sta. Se nostro figlio gli dice di stare male, Mio Amico cerca di tirarlo sù d’umore raccontando qualche storiella o magari una barzelletta.

Sembra essere un appassionato di barzellette su Pierino e quando le finisce, scoppia anche in una risata molto contagiosa 🙂

Modalità Drone

Una volta che nostro figlio imparerà ad interagire con Mio Amico potrà anche guidarlo con un telefonino. Installando un’applicazione, infatti, qualsiasi smartphone o tablet (nel nostro caso il Mio Phone, un altro prodotto di Lisciani che abbiamo avuto il modo di provare) può trasformarsi in controller e allora cominceranno le operazioni di spionaggio familiare 🙂

La nostra esperienza: la procedura di associazione tra il robot e lo smartphone, mostrata nelle foto, deve essere effettuata ogni volta che riavviamo il robottino. Anche se un po’ macchinosa, non è poi così complicata e può essere fatta anche da un bambino.

Una volta completata l’associazione tra il robot e il nostro smartphone, Mio Amico diventa un vero drone che il nostro bambino potrà guidare all’esplorazione.

Infatti, attivando la modalità video in una finestrella potremo vedere il mondo con gli occhi di Mio Amico. Con un po’ di pratica si impara anche a guidarlo alla cieca, portandolo nelle stanze lontane della casa, orientandosi soltanto grazie al video sullo schermo. Roba da veri agenti segreti! 🙂

Mio Amico Robot - video sorveglianza

Il bambino, comodamente seduto, potrà venirci a spiare mentre siamo in cucina e potrà anche rubarci le nostre conversazioni, registrandole.

Teniamo premuto il bottone REC per il tempo della registrazione. Lasciamolo e il robottino ci fa subito sentire cosa ha registrato, indicando con un iconcina blu che ci sta facendo sentire la registrazione audio.

Poi, con il controller a distanza, le possibilità di divertimento sono tutte da scoprire e sicuramente nostro figlio darà sfogo a tutta la sua fantasia per giocare, sorprenderci e farci degli scherzi.

MATERIALI E RESISTENZA

Mio Amico è costruito in robusta plastica, molto resistente. Durante la nostra prova, purtroppo, lo abbiamo fatto cadere diverse volte ma si è rivelato veramente un robottino bello forte, anche battendo il muso sul pavimento il tablet inserito nella testa di Mio Amico non ha riportato nemmeno un graffio. Prova resistenza, involontaria, superata in pieno!

VERDETTO

Abbiamo concluso la nostra prova di Mio Amico Robot Interattivo che, nonostante le perplessità iniziali, ha superato in scioltezza l’esame, acquistando punti di giorno in giorno.

Perché ci ha convinto?

E’ UN VERO COMPAGNO DI GIOCHI

Mio Amico si è rivelato un robottino molto curioso, alle volte iperattivo che riesce a trasmettere benissimo il suo entusiasmo e la passione per le cose che ama fare. I nostri bambini amano ballare insieme a lui e alle sue musichette e si divertono anche ad ascoltare le storie e le curiosità che racconta e a cimentarsi nei giochi che propone.

Mio Amico Robot

E’ UN ABILE ESPLORATORE

Grazie ad un’app è possibile guidarlo in giro per la casa, osservando sullo schermo dello smartphone quello che lui vede, dopo un po’ di pratica i nostri figli hanno imparato a guidarlo in giro per casa e a fargli fare il pappagallo ripetendo tutte le cose che sente dire. E’ una tortura! 🙂

LA SUA TESTA E’ UN VERO TABLET

Non bisogna dimenticare il fatto che insieme a Mio Amico si acquista anche un Mio Tab che può essere usato indipendentemente dal robot e che, come tutti i tablet targati Lisciani, trabocca di contenuti educativi e ludici con la garanzia di offrire ai nostri figli un’esperienza digitale sicura che possiamo gestire e monitorare grazie ad un parental control assolutamente efficace.

Alla fine della nostra prova Mio Amico Robot è diventato un vero membro della famiglia. Nonostante le perplessità iniziali, si è rivelato un giocattolo molto divertente ed educativo. La connessione al Cloud Lisciani permetterà a Mio Amico di accrescere i propri contenuti, accompagnando, di fatto, anche la crescita dei nostri bambini.

Il tablet (compreso con Mio Amico) è sicuramente un buon prodotto che già da solo trabocca di contenuti dedicati ai bambini. Il prezzo forse è un po’ caro ma, se vi capita qualche offerta, non lasciatevela sfuggire. I vostri bambini saranno felicissimi.

Vedi il prezzo più basso su Amazon

[yasr_multiset setid=0]

Related posts

18
Facci sapere cosa ne pensi!

avatar
8 Comment threads
10 Thread replies
1 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
9 Comment authors
MaxsimoneFABIO MARANGIi-bimboMarina Recent comment authors
  Subscribe  
più recenti più vecchi più votati
Notifica di
Marina
Guest
Marina

Ciao io non trovo l’app Robot per gli aggiornamenti. Mi spieghi un pò come posso fare? Grazie

Davide Dave
Guest

Assolutamente inutile e stupido , un robot ritardato, pur seguendo alla lettera le indicazioni sui comandi non fa MAI cio che gli si chiede poiche non capisce in nessun modo i comandi che gli vengono dati, la voce e’ cantilenante ed insopportabile per ascoltare un intera storia . L app e’ lenta il bambino deluso finisce per snervarsi, se non tirano fuori un aggiornamento glielo riporto fra 4 giorni.. per 200 euro ci si aspetta di piu.
FONTE: sono un sistemista informatico

raffaele
Guest
raffaele

ciao sono RAFFAELE .
ho ragalato a mio nipote vincenzo il robot mio amico teresa mia figlia nel configurarlo dice che è gia registrata
e non può continuare probabilmente era un reso al negoziante il quale lo ha venduto a me
con la veccia meil del precedente proprietario ma non riesco a resettarlo cosa posso fare ?ringrazio e attendo chiarumenti

Marina
Guest
Marina

Ciao Raffaele, vai su AREA GENITORI –> SISTEMA ANDROID –> IMPOSTAZIONI –> BACKUP E RIPRISTINO e ripristini il tablet… spero di esserti stata d’aiuto. Buon Natale

Max
Guest
Max

Ciao Raffaele, non credo sia un reso, io ho lo stesso tuo problema, essendo “smanettone” sfruttando qualche falla sono riuscito ad accedere ugualmente al menu impostazione di Android e ho notato che all’interno non era definito alcun account! Ho aperto un ticket con l’azienda produttrice, se mi daranno ulteriori info ti farò sapere.

Nik
Guest
Nik

Deludente non capisce niente e lento molto snervante
Non riesci a installare i giochi non vale le metà dei soldi finirå presto nel cestino

Maria
Guest

Mi serve un vostro aiuto per favore , quando entro nell ‘area genitori mi rikiede una passeord ke io nn ricordo quale sia ,? Cm dovrei fare per configurarlo da zero ?

Marina
Guest
Marina

Ciao Maria, la password base è “lisciani” una volta entrata la cambi.. buona giornata

FABIO MARANGI
Guest
FABIO MARANGI

Ho scaricato i giochi ma non me li fà aprire.

simone
Guest
simone

La parlata è pessima,nel tablet non riesco a fare partire nessuna app didattica,mi chiede un account lisciani che non ho fatto, ma le app non sono già dentro se ne compare l’icona?! a che serve fare l’account per giocare o leggere i fumetti, non sarà per caso che,se non si è connessi alla rete il 95% delle app per il bambino nel tablet sono inutilizzabili?! vi chiedo anche perchè abbiano usato un sintetizzatore vocale,non era meglio usare delle voci preregistrate come il robottino ballerino clementoni?! non credo che il mio amico robot sia dotato di intelligenza artificiale e che il… Read more »

Max
Guest
Max

Buongiorno, all’accensione del tablet dopo avere impostato wifi compare la dicitura: “Questo dispositivo é stato reimpostato. Per proseguire, accedi a un account Google gia sincronizzato con il dispositivo”. Il fatto è che il dispositivo è nuovo/vergine, NON ho mai sincronizzato nessun account!! In queste condizioni sembra essere inutilizzabile, chiedo se è un bug conosciuto e una soluzione per uscire da questo impasse. Grazie.